« Akamai estende la sua offerta Software-as-as-Service anche in Italia | Principale | 100 blogger? »

11/05/2007

Commenti

l'iniziativa e' che se ne parli.

tu non vuoi che se ne parli ? liberissimo, la tua e' una opinione e la rispetto.

ma se non se ne parla, ti accatti cio' che ti arriva... (e non avrai elementi per farti una idea corretta).

ad esempio...

Il wimax serve per coprire lunghe distanze con poca banda per utente (non certo 100Mbps della fibra), non nei centri abitati.

Nei centri abitati (se e quando) arrivera' il wimax a 2,3 e 2,5GHz, serviora' per fare collegamenti nomadici con qualche megabit (ADSL replacement).

temo che le tue aspettative siano troppo elevate...

Sì il mio ideale è quello di girare per la campagna con un UMPC connesso a 100mbit senza fili e con la batteria che duri 2 giorni!
Ma mi sa che dovrò aspettare ancora...

Io non vedo un conflitto tra le due cose? Mi piace FTTH e mi piace un wimax non castrato. Posso averli entrambi?

f.

io ho aderito per le ragione che dice Stefano nel suo commento, anche se come te ho maggiori aspettative dal WiMax per il posto in cui vivo.

Qui la fibra arriverà solo se si decideranno a posarla sui pali invece che dentro i tubi sottoterra. E' possibile che succeda ? In USA e Australia lo fanno.

Forse dovrei fare un banner della fibra che ride su un palo per promuovere la fibra "digtal divide"

Io credo che il problema del digital-divide e quello del miglioramento delle infrastrutture vadano portati avanti contemporaneamente prendendo in considerazione tutte le possibili soluzioni. Non si può pensare di doverne lasciare indietro uno dei due perché entrambi pregiudicano seriamente lo sviluppo del Paese.

I commenti per questa nota sono chiusi.